Intestazione fiduciaria di immobile

Intestazione fiduciaria di immobile

L’ intestazione fiduciaria di immobile può risultare anche da una dichiarazione unilaterale scritta dal fiduciario contenuta in un testamento. Tale dichiarazione non costituisce autonoma fonte di obbligazioni, ma ha l’effetto di confermare il preesistente rapporto nascente dal patto fiduciario. Di conseguenza il fiduciante è esonerato dall’onere del dimostrare il rapporto fondamentale, che si presume esistente fino a prova contraria. Read more “Intestazione fiduciaria di immobile”

Mantenimento del figlio maggiorenne

Mantenimento del figlio maggiorenne

L’assegno di mantenimento del figlio maggiorenne può essere riconosciuto o mantenuto purché la non autosufficienza economica dipenda:

a) da una condizione di minorazione o di scemate capacità personali, anche se non sfociano in una misura tipica di protezione degli incapaci;

b) dalla prosecuzione di studi oltre la scuola dell’obbligo, da cui si desuma l’esistenza di un iter volto alla realizzazione delle proprie aspirazioni ed attitudini, che sia ancora ragionevolmente in corso di conseguimento, purché accompagnato da effettivo impegno e adeguati risultati tanto in punto di voti negli esami del corso frequentato quanto in punto alla loro regolarità temporale;

c) l’essere trascorso un lasso di tempo ragionevolmente breve dalla conclusione degli studi, sempre che nell’ambito di questo torno di tempo il figlio si sia attivato nella ricerca di un lavoro;

d) assenza di un qualsivoglia lavoro dopo aver concretamente tentato qualsivoglia ricerca rivolta in qualunque direzione, a prescindere dalla specifica preparazione professionale conseguita. Read more “Mantenimento del figlio maggiorenne”

Diritto di prelazione del coerede

Diritto di prelazione del coerede

Il diritto di prelazione del coerede può essere esercitato ogni qualvolta uno di loro voglia alienare la sua quota o parte di essa ad un estraneo. In tal caso l’alienante deve notificarIe la proposta di alienazione con l’indicazione del prezzo all’altro coerede il quale appunto avrà diritto di essere preferito rispetto all’estraneo. In mancanza di notificazione il coerede ha diritto di riscattare, al prezzo pagato, la quota dall’acquirente o da ogni successivo avente causa, finché dura la comunione ereditaria. Read more “Diritto di prelazione del coerede”

Accertamento della maternità dopo il parto anonimo

Accertamento della maternità dopo il parto anonimo

L’ accertamento della maternità dopo il parto anonimo è ammissibile solo se è sopravvenuta la revoca della rinuncia alla genitorialità giuridica da parte della madre, ovvero la morte di quest’ultima. In entrambe le ipotesi, secondo una interpretazione costituzionalmente e internazionalmente orientata dell’art. 269 c.c., vengono meno la ragioni ostative alla conoscenza del rapporto di filiazione. Con riferimento all’ampiezza del diritto all’accertamento dello status di figlio naturale, per il periodo successivo alla morte del madre la tutela dei diritti degli eredi e discendenti della donna che ha optato per il parto anonimo non può essere dominante rispetto alla tutela del figlio che rivendica il proprio status. Read more “Accertamento della maternità dopo il parto anonimo”

Legato di usufrutto in sostituzione di legittima

Legato di usufrutto in sostituzione di legittima

Nel caso di legato di usufrutto in sostituzione di legittima, se il legatario muore senza avere accettato, la facoltà di rinunziare, quale potere inerente al rapporto successorio in atto non esauritosi con il definitivo conseguimento del legato, passa all’erede. Da ciò discende che l’erede del legittimario si trova, sotto questo aspetto, nella stessa condizione del legittimario proprio dante causa. Quindi se il dante causa era ancora nella condizione di poter rinunciare al legato, e assolvere all’onere richiesto per poter domandare la riduzione delle disposizioni testamentarie, il suo erede si troverà nella medesima condizione in quanto è divenuto titolare iure hereditatis dell’azione di riduzione. Read more “Legato di usufrutto in sostituzione di legittima”

risarcimento del danno endofamiliare

Risarcimento del danno da adulterio

Il risarcimento del danno da adulterio sussiste a condizione che intervenga la lesione di un diritto inviolabile della persona, costituzionalmente protetto, che superi la soglia della normale tollerabilità. In particolare, il risarcimento del danno da adulterio pretende che venga violata la dignità del coniuge e che la violazione sia di gravità specifica, ossia posta in essere con modalità ingiuriosa, offensiva ed oltraggiosa. Read more “Risarcimento del danno da adulterio”