Nella separazione va tutelato il rapporto tra fratelli e sorelle

Nella separazione va tutelato il rapporto tra fratelli e sorelle

Nella separazione va tutelato il rapporto tra fratelli e sorelle, pertanto il giudice non deve adottare provvedimenti di affidamento che comportino la loro separazione e quindi  disporre il loro collocamento  presso un genitore diverso per l’uno e per l’altro, salvo che la collocazione comune non sia contraria all’interesse dei minori alla convivenza. Read more “Nella separazione va tutelato il rapporto tra fratelli e sorelle”

Figlio disabile rifiutato dal padre

Figlio disabile rifiutato dal padre

Il figlio disabile rifiutato dal padre ha diritto al risarcimento dei danni. Il rifiuto da parte della figura paterna  di qualsivoglia approccio e contatto con il figlio disabile rappresenta un illecito e il conseguente pregiudizio può essere liquidato in via equitativa ex art. 1226 c.c., facendo applicazione delle tabelle redatte dall’Osservatorio di Milano inerenti il danno non patrimoniale da perdita del rapporto parentale. Read more “Figlio disabile rifiutato dal padre”

Cessazione dell’obbligo di mantenimento del figlio

Cessazione dell’obbligo di mantenimento del figlio

La cessazione dell’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne non autosufficiente deve essere basata su un indagine che tenga presente l’età, del concreto livello di competenza professionale e tecnica conseguito, dell’impegno profuso per la ricerca di un’occupazione lavorativa,e , quindi, della complessiva condotta personale tenuta dal figlio dal conseguimento della maggiore età. Di talché,  la cessazione dell’obbligo di mantenimento del figlio consegue al superamento da parte del figlio dell’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense e all’iscrizione all’albo degli avvocati. Read more “Cessazione dell’obbligo di mantenimento del figlio”

Spese straordinarie sostenute  per il figlio: nessun obbligo di informazione e di concertazione

Spese straordinarie sostenute per il figlio: nessun obbligo di informazione e di concertazione

In relazione alle spese straordinarie sostenute per il figlio il coniuge affidatario non ha l’obbligo di informazione e di concertazione con l’altro, sussistendo a carico del coniuge non affidatario un obbligo di rimborso, qualora lo stesso non abbia tempestivamente opposto validi motivi di dissenso. In questo ambito le spese straordinarie per il figlio riguardanti la frequentazione di una scuola privata e trattamenti estetici vanno rimborsate in assenza di un valido e tempestivo dissenso. Read more “Spese straordinarie sostenute per il figlio: nessun obbligo di informazione e di concertazione”

Affidamento esclusivo del figlio

Affidamento esclusivo del figlio

L’ affidamento esclusivo del figlio ha natura  residuale, applicabile solo quando l’affidamento anche all’altro genitore sia contrario all’interesse del minore. In altre parole si tratta di una deroga alla regola generale costituita dall’affidamento condiviso, che il giudice potrà adottare solo quando ritenga che l’affidamento anche all’altro genitore sia contrario all’interesse del minore. Il giudice quando decide di far ricorso all’ affidamento esclusivo del figlio deve adeguatamente motivare siffatta scelta. Read more “Affidamento esclusivo del figlio”

La madre che demolisce la figura paterna non perde l’affido e il collocamento del minore

La madre che demolisce la figura paterna non perde l’affido e il collocamento del minore

La madre che demolisce la figura paterna non perde l’affido e il collocamento del minore, al massimo   può essere condannata al pagamento di una sanzione a favore della cassa delle ammende. Se è vero che  l’infedeltà coniugale costituisce una violazione degli obblighi matrimoniali particolarmente grave, potenzialmente idonea a porsi anche quale unica motivazione della rottura dell’unione coniugale, ai fini della dichiarazione di addebito l’infedeltà è insufficiente se non si prova che l’esistenza di un nesso di causalità tra l’infedeltà e la crisi del rapporto di coniugio.  L’aumento temporaneo di redditi in riferimento ad un periodo pregresso è irrilevante ai fini della determinazione del mantenimento della moglie e dei figli. Read more “La madre che demolisce la figura paterna non perde l’affido e il collocamento del minore”

Pubblicazione di foto dei figli minori sui social network

Pubblicazione di foto dei figli minori sui social network

La pubblicazione di foto dei figli minori sui social network nonostante l’opposizione di uno dei genitori integra violazione della norma di cui all’art. 10 c.c. (concernente la tutela dell’immagine), del combinato disposto degli artt. 4, 7, 8 e 145 del d. lgs. 30 giugno 2003 n. 196 (riguardanti la tutela della riservatezza dei dati personali) nonché degli artt. 1 e 16, comma 1, della convenzione di New York del 20.11.1989 ratificata dall’Italia con la legge 27 maggio 1991 n. 176. Pertanto la pubblicazione di foto dei figli minori sui social network senza il consenso di entrambi i genitori va vietata e il Tribunale deve disporre la rimozione di quelle già inserite. Read more “Pubblicazione di foto dei figli minori sui social network”

Trasferimento del bambino se i genitori litigano

Trasferimento del bambino se i genitori litigano

Il trasferimento del bambino se i genitori litigano può essere autorizzato dal giudice solo qualora vi siano giustificati motivi che rendono tale soluzione necessaria. Invero la residenza abituale del minore, nel novellato art. 316 c.c., è stabilita di comune accordo dai genitori, l’eventuale trasferimento del figlio a fronte del dissenso di uno dei genitori può essere autorizzato o ratificato dal Tribunale solo qualora siano provati giustificati motivi che rendono tale soluzione necessaria. In mancanza il giudice è tenuto a rigettare la richiesta al fine di preservare l’habitat del figlio inteso non colo come casa di abitazione, ma anche come rete di relazioni familiari, scolastiche ed amicali. Read more “Trasferimento del bambino se i genitori litigano”

Risarcimento del danno per mancato riconoscimento del figlio

Risarcimento del danno per mancato riconoscimento del figlio

Con la sentenza che dichiara la paternità naturale il padre può essere condannato  al risarcimento del danno per mancato riconoscimento del figlio nato fuori dal matrimonio. Il diritto al risarcimento del danno non patrimoniale  non è utilmente azionabile se non dal momento della sentenza di accertamento della filiazione, che conseguentemente costituisce il “dies a quo” della decorrenza della ordinaria prescrizione. Read more “Risarcimento del danno per mancato riconoscimento del figlio”