Revoca del contratto istitutivo del family trust

Revoca del contratto istitutivo del family trust

Il creditore può agire per ottenere la revoca del contratto istitutivo del family trust, ove ricorrono i presupposti dell’azione revocatoria ordinaria. Il family trust è atto di disposizione patrimoniale, con il quale si attua una vera e propria separazione tra il patrimonio del “fondatore” (che ne detta anche le regole) e i beni conferiti al fondo. Read more “Revoca del contratto istitutivo del family trust”

Figlio disabile rifiutato dal padre

Figlio disabile rifiutato dal padre

Il figlio disabile rifiutato dal padre ha diritto al risarcimento dei danni. Il rifiuto da parte della figura paterna  di qualsivoglia approccio e contatto con il figlio disabile rappresenta un illecito e il conseguente pregiudizio può essere liquidato in via equitativa ex art. 1226 c.c., facendo applicazione delle tabelle redatte dall’Osservatorio di Milano inerenti il danno non patrimoniale da perdita del rapporto parentale. Read more “Figlio disabile rifiutato dal padre”

Amministrazione  di sostegno per  chi dona o sperpera con eccessiva facilità

Amministrazione di sostegno per chi dona o sperpera con eccessiva facilità

Può trovare applicazione l’istituto dell’ amministrazione di sostegno per chi dona o sperpera con eccessiva facilità. Invero va confermata la misura dell’amministratore di sostegno per il prodigo, ossia per colui che pone in essere un comportamento abituale caratterizzato da larghezza nello spendere, nel regalare o nel rischiare eccessivamente rispetto alle proprie condizioni economiche. La prodigalità configura una causa autonoma di inabilitazione, e quindi dell’applicazione della misura di protezione più flessibile dell’amministratore di sostegno, indipendentemente dal fatto che un simile comportamento derivi o  meno da una specifica malattia o da una infermità, di conseguenza anche nel caso in cui si tratti di una precisa scelta di vita, espressione del libero arbitrio dell’individuo, purché sia ricollegabile a motivi futili. Read more “Amministrazione di sostegno per chi dona o sperpera con eccessiva facilità”

Cessazione dell’obbligo di mantenimento del figlio

Cessazione dell’obbligo di mantenimento del figlio

La cessazione dell’obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne non autosufficiente deve essere basata su un indagine che tenga presente l’età, del concreto livello di competenza professionale e tecnica conseguito, dell’impegno profuso per la ricerca di un’occupazione lavorativa,e , quindi, della complessiva condotta personale tenuta dal figlio dal conseguimento della maggiore età. Di talché,  la cessazione dell’obbligo di mantenimento del figlio consegue al superamento da parte del figlio dell’esame di abilitazione all’esercizio della professione forense e all’iscrizione all’albo degli avvocati. Read more “Cessazione dell’obbligo di mantenimento del figlio”

Spese straordinarie sostenute  per il figlio: nessun obbligo di informazione e di concertazione

Spese straordinarie sostenute per il figlio: nessun obbligo di informazione e di concertazione

In relazione alle spese straordinarie sostenute per il figlio il coniuge affidatario non ha l’obbligo di informazione e di concertazione con l’altro, sussistendo a carico del coniuge non affidatario un obbligo di rimborso, qualora lo stesso non abbia tempestivamente opposto validi motivi di dissenso. In questo ambito le spese straordinarie per il figlio riguardanti la frequentazione di una scuola privata e trattamenti estetici vanno rimborsate in assenza di un valido e tempestivo dissenso. Read more “Spese straordinarie sostenute per il figlio: nessun obbligo di informazione e di concertazione”